Blog

IN GRAVIDANZA

Niente paura se siete in dolce attesa e fisicamente state bene perchè non partire comunque?L’importante è stare attenti e non affaticarsi.Io sono stata a Parigi al quarto mese del primo figlio e in attesa del secondo al quinto mese crociera ai Caraibi !

credenze-gravidanza.jpg

I consigli che vi posso dare è di usare calze elastiche per il viaggio in aereo in modo da non far gonfiare le gambe,bere molto,riposarsi quando si può e evitare cibi di cui non si conosce la provenienza.Per esempio sulla spiaggia a Santo Domingo ho evitato di bere al bar un succo uscito direttamente dal frutto per evitare infezioni.Per il resto non ci sono problemi nè per il volo in aereo (che però non accettano gravide oltre il settimo mese e sulla crociera non oltre il quinto) .Ovviamente consultate prima un medico che controlla il vostro stato di salute.

11076164_10204272846396495_2010066303431395375_n.jpg

COSA FAR MANGIARE AI BAMBINI PICCOLI

Con il mio secondo siamo stati in Giappone che aveva appena 10 mesi !Non nascondo che sia stato impegnativo però armata di fornellino elettrico e omogenizzati è andato tutto alla grande!Un piccolo fornello elettrico si compra in qualsiasi negozio di elettrodomestici(ricordatevi che alcuni paesi hanno spine diverse e ci vuole l’adattatore).

foto-pappa-pronte-300x242.jpg

 

Una volta arrivati in albergo scaldo la pappa gia pronta o il latte che avevo gia portato da casa a lunga scadenza.Se sono piccoli ,prima dello svezzamento, potete dargli il vostro latte o scaldare quello artificale se è nell ‘età dello svezzamento provate le pappine gia pronte o liofilizzate da mescolare con acqua,ricordatevi sempre di portarvi dietro un thermos per tenerla calda se dovete fare delle gite.31YhGCZfW1L.jpg

COSA METTERE NELLA VALIGIA DEI BAMBINI

Sicuramente tanti giochini e libri.Se hanno ancora il pannolino io consiglio di portarne giusto un pacco e poi comprarli sul posto per non appesantire la valigia.Come vestiti per loro porto sempre misto estivo e invernale per affrontare qualsiasi clima! Portate sempre anche un k-way o un ombrellino piccolo.Ricordate anche le medicine principali .

SE IL BAMBINO HA LA FEBBRE PIMA DI PARTIRE

Niente panico,è un classico !Mio figlio il giorno prima di partire aveva 37.8 e qui il dilemma..non partire era impossibile visto il viaggio negli USA che ci aspettava e quindi ben lontani da casa.. shutterstock_322163588-980x480.jpg

Ho subito valutato gli altri sintomi e non ne aveva,ho sentito anche la pediatra e mi ha consigliato di vedere come andava la notte e decidere che medicine dargli.Il mattino di partire fortunatamente non aveva nulla però nel bagaglio a mano mi sono portata tachiprina e termometro .Mi è capitato anche in Giappone che gli venisse la stomatite ed è stato difficile riuscire a trovare nelle farmacie un gel per le afte(molta attenzione all’igiene delle mani soprattutto se girate metropolitane).Quindi se non sta proprio male male con febbrone si può partire comunque monitorando il bambino e chiamando sempre il pediatra,in altre situazioni con sintomi gravi è meglio rimandare e rinunciare al viaggio(fare sempre assicurazione sull’annullamento del viaggio) o comunque comprare un antibiotico sotto consiglio del medico.Principalmente le medicine per bambini che dovete avere dietro sono tachiprina,nurofen e spray nasali.In più io porto sempre gocce per orecchie,occhi,e le perette visto che si stitichizza sempre in vacanza !

DOCUMENTI DI VIAGGIO E VACCINAZIONI

Per viaggiare all’estero con bambini bisogna dal 26.06.2012 che ogni bambino abbia un passaporto proprio (nel caso vada al di fuori dell’europa)o carta identità all ‘interno dei paesi europei.Purtroppo io mi sono fatta cogliere impreparata in un viaggio di due anni fa.Dovevamo andare a Praga e non mi ero informata per distrazione che c’era l’obbligo della carta anche per i neonati (il mio aveva 7 mesi )e non ci hanno fatto salire sull’aereo perdendo l’intera vacanza.Con il primo figlio non c’era questo obbligo e non ho pensato che le cose potevano cambiare.Ora ovviamente è munito di tutti i documenti possibili :).

Per i lattanti e per i bambini che si accingano a intraprendere viaggi internazionali, per prima cosa è necessario controllare se siano in regola con le vaccinazioni, obbligatorie e consigliate in Italia, per la loro età. Nel caso il soggiorno debba prolungarsi diversi mesi o per anni, è bene provvedere a praticare le vaccinazioni in scadenza.SUL BLOG TROVATE ARTICOLI PIU’ APPROFONDITI SUL TEMA E SU COME GESTIRE IL  FUSO ORARIO.

plane500.jpg

Annunci