La vita del viaggiatore durante la pandemia

images.jpgE’ un periodo nero per noi viaggiatori,per le agenzie di viaggio e per le compagnie aeree,purtroppo il settore viaggi è stato uno dei primi  ad averne risentito…E’ una sensazione strana da descrivere perchè persone come noi,abituate a girare il mondo e a non stare nello stesso posto più di qualche mese,è come se ci mancasse l’ossigeno,il nostro nutrimento..Non so voi ma io patisco molto senza poter progettare un viaggio,ho anche dovuto disdirne uno e quello di giugno non so se potrò farlo.

GoEuro_viaggiare_da_soli-750x500.jpg

In casa mi sento come un uccellino in gabbia ma mi rendo anche conto che, anche per uno spirito libero come me,è arrivato il momento di fermarsi . Mi manca però il mare (a 400 metri da casa mia) e le scampagnate,ma non tanto gli aperitivi,cene con amici ecc.perchè sono un tipo abbastanza solitario. Questa situazione sanitaria può almeno  aiutare le persone a fermarsi,riflettere e apprezzare cose come la casa,la famiglia e piccoli gesti quotidiani ma anche il silenzio e la solitudine..Per quanto riguarda me,diciamo che sono sentimenti che gia apprezzavo prima: mi manca il caffè con la mia mamma,la passeggiata al mare,andare a mangiare dai miei genitori ma anche solo vedere mio figlio giocare nel giardino dell’asilo! Tutte cose che ho dato per scontato finora.Dubito però che passata l’emergenza possiamo finalmente cambiare,lo dimostrano i flash mob e altre trovate solidali e buoniste che secondo me sono solo fini a sè stesse e per puro esibizionismo,cosi come siamo diventati tutti esperti economisti e virologi. Il buonismo lo trovo stomachevole,come la maggior parte degli artisti e dei viaggiatori sono un anticonformista,non faccio una cosa per seguire le masse,non ho fatto neanche fare l’arcobaleno ai miei figli perchè non so se davvero andrà tutto bene e quanti mesi durerà,purtroppo bisogna essere razionali. ii.jpg

Sicuramente ne usciremo tutti diversi se non devastati perchè non siamo abituati a ritmi di vita più lenti ma sopratutto ne usciranno sofferenti i contagiati o chi ha perso un parente sena neppure poterlo salutare. Qusto virus non so se è stato voluto o no ma sicuramente cambierà la storia e i rapporti umani .

Per quanto riguarda noi viaggiatori spero solo di poter riprendere al più presto la nostra vita da esploratori di nuovi mondi e nuovi popoli.Io personalmente non ho paura del virus perchè dopo aver girato mezzo mondo non posso farmi prendere dal panico per questo,cerco di affrontare la vita normalmente  e farla condurre cosi anche ai miei bambini.Speriamo di poter riprendere la nostra routine quanto prima intanto vediamo l’unica cosa positiva :almeno si è ridotto l’inquinamento.

Un commento

  1. Sono periodi terribili per tutti. Non è facile per nessuno. E il peggio è che siamo inermi ,non possiamo fare nulla se non sperare di uscirne prima possibile. Forza e coraggio.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...