Manuale per non genitori

Per una volta ,sento sia necessario rivolgersi a chi figli non ne ha perchè sempre più spesso le persone si improvvisano esperti maestri in materia educazione.Io per prima quando ero piu’ giovane pensavo fosse semplice crescere un figlio e che bastassero due schiaffetti e due urla per risolvere la situazione.Ovviamente ci sono molti bambini che non ricevono la minima educazione da parte dei genitori ,che anzi, ignorano totalmente i comportamenti incivili dei figli ma ci sono casi in cui è molto difficile imporsi.images.jpg

Essere genitore,per quanto sia impegnativo e a tratti snervante,riserva anche gioie impagabili,si vivono emozioni in contrasto tra loro:un giorno li lasceresti in mezzo alla strada in preda ai loro capricci e rimpiangi la tua libertà,altri momenti ti senti persa senza di loro.Io rispetto chi non vuole figli ma non sa cosa si perde,è un ‘esperienza che ti arrocchisce,ti fa crescere e sicuramente ti fa maturare e grazie a loro riesci a sorridere nei momenti più bui con quelle loro battute  genuine!tm.v019.f412-e1492530140448.jpg

Tempo fa un conoscente vedendo mio figlio fare i capricci disse: ‘fosse mio figlio quanti ceffoni prenderebbe’. E quindi cosa si risolve? Nella società odierna i bambini non hanno paura di nulla anzi sfidano i genitori e non si risolve un bel niente con lo schiaffo ma serve parlare e far capire loro gli errori.Senza considerare il fatto che un bambino nasce con un certo temperamento,un certo carattere e puoi contrastarlo quanto vuoi ma è anche normale che da piccoli facciano i capricci,poi cresceranno e si potrà ragionare meglio con loro.Poi arriva l’adolescenza e ci tocca dire spesso no e insistere affinchè studino,ma in cuor nostro mentre lo mettiamo in castigo vorremmo solo abbracciarlo e dirgli che tutto questo lo facciamo per il suo bene.Io non mi pento di averli messi al mondo,è divertente vederli giocare,parlare,cantare insieme ai loro amici.5.jpg

Con loro diventa tutto più leggero ,certo,i sacrifici non mancano: nottate in bianco,litigi,serate a casa ma il loro sorriso ti ripaga tutto.E poi chi dice che si rinuncia a tutto?Le serate ogni tanto si possono sempre fare cosi’ come i viaggi, solo con ritmi diversi.Ormai la società è talmente ricca di stimoli che i ragazzi non hanno voglia di rinunciare ai divertimenti,siamo eterni ragazzini.E nemmeno sostituire un figlio con un cane ha senso, nè dire chi dei due è meglio avere in casa perchè sono cose cosi diverse che non ha proprio senso metterle a confronto.Quindi vorrei dire ai giovani che si lamentano dei bambini che giocano che stanno solo vivendo la loro infanzia e se prima non lo si vive in prima persona sarebbe meglio non giudicare.

 

Un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...